Scade a Natale l’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali: 25.000 imprese sono a rischio sanzioni. Il prossimo 25 dicembre 2020 tutte le iscrizioni rilasciate tra il 15 aprile 2008 e il 25 dicembre 2010 (data di entrata in vigore del D.lgs. 205/2010) arriveranno a scadenza. È importante quindi accertarsi che ogni attività verifichi la data di iscrizione per non incorrere nelle pesanti sanzioni che la norma prevede.

Sono tenute all’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali tutte le attività che si occupano della vendita di apparecchiature elettriche ed elettroniche, sia in negozio sia attraverso canali di e-commerce; tutte le attività che fanno assistenza, manutenzione e riparazione di apparecchiature elettriche ed elettroniche e i produttori iniziali di rifiuti provenienti da attività di manutenzione che effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti. Inoltre, l’obbligo è valido anche se le attività si affidano a terzi per lo smaltimento dei RAEE (Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche)

È quindi importante verificare la data di iscrizione per poter continuare a operare. In casi di iscrizione in scadenza occorre presentare la domanda di rinnovo attraverso il portale telematico accessibile dal menu “Pratiche Telematiche” della propria area riservata.

Secondo quanto previsto dall’articolo 256 del D.Lgs. 152/2006 per chi effettua un’attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti in mancanza di autorizzazione, iscrizione o comunicazione sono previste sanzioni da 2.600 a 26.000 euro, nei casi più gravi anche l’arresto fino a 2 anni.

Ecolight Servizi, società del consorzio Ecolight, mette a disposizione di aziende e operatori la propria professionalità per verificare lo stato dell’iscrizione, la corretta presentazione dei dati necessari e, nel caso, presentare il rinnovo di iscrizione. Non esitare a contattarci.