Vista l’attualità del tema c’era da immaginarselo, ma probabilmente in pochi ci avrebbero creduto. I protagonisti di Casa Surace hanno un’anima green. Nella vecchia diatriba tra Nord e Sud, tra gli stereotipi di una famiglia allargata del meridione d’Italia e gli insegnamenti “sempreverdi” della saggezza popolare, entra a pieno diritto il recupero delle pile e degli accumulatori esausti. Il Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori (CDCNPA), di cui il consorzio Ecolight fa parte, ha scelto nonna Rosetta insieme con Daniele Pugliese, Riccardo Betteghella, Bruno Galasso e Fernanda Pinto per la nuova campagna di sensibilizzazione “raccogliamopiupile”. Obiettivo: creare engagement sulle buone pratiche di raccolta e conferimento delle pile portatili e degli accumulatori esausti, in un’ottica di tutela ambientale. 

Il concept, sviluppato in collaborazione tra l’agenzia Tend e il team creativo di Casa Surace, ha dato vita ad un originale storytelling incentrato sull’hashtag #RaccogliamoPiuPile e sul sito RaccogliamoPiuPile.it, dove è possibile trovare contenuti e informazioni utili su cosa sono le pile e dove devono essere conferite correttamente, dal “Polo Nord” al “Polo Sud” con un messaggio trasversale a tutta Italia. 

La campagna, partita a metà gennaio 2020, prevede, entro la fine del mese, il lancio di otto temi per un corretto conferimento delle pile portatili e degli accumulatori (le batterie ricaricabili). I video saranno visibili attraverso i canali social Instagram, Facebook e Youtube del progetto RaccogliamoPiuPile. Dal mese di febbraio, il messaggio approderà anche on air con una campagna radiofonica che interesserà le principali emittenti nazionali.

Apri la chat
Serve aiuto?
Scan the code
Come possiamo aiutarti?