Il sole fa bene anche alle aziende. Sono in crescita le imprese di piccola e media grandezza che scelgono di investire sul fotovoltaico. Il modello virtuoso già molto diffuso nel settore domestico e in quello industriale, sta attirando anche l’attenzione delle imprese di media grandezza: lo dimostra l’incremento del 27% registrato nel 2018 in Italia rispetto all’anno precedente del numero di impianti di potenza compresa tra 3 (consumo domestico) e 200 kW (consumo industriale). 

Secondo i dati pubblicati nel Rapporto Statistico Solare Fotovoltaico 2018 del Gestore dei Servizi Energetici (GSE), al momento in Italia risultano complessivamente installati 822.301 impianti per una potenza complessiva pari a 20.108 MW. Su un totale di quasi 115.000 GWh prodotti da fonti rinnovabili, il fotovoltaico copre circa il 20%. Il 58% degli impianti installati ha potenza tra 3 e 20 kW, il 34% tra 1 e 3 kW e il 7% tra 20 e 200 kW. Gli impianti fino a 200 kW rappresentano il 99% del parco installato e il 42% della potenza totale.

Le regioni che hanno il maggior numero d’installazioni sono la Lombardia con 125.250 impianti, il Veneto con 114.264 e l’Emilia Romagna con 85.156. In termini di potenza e di produzione, invece, è la Puglia a detenere il primato nazionale con 2.652 MW di potenza installata e 3.438 GWh di energia elettrica prodotta. La maggiore concentrazione di impianti si rileva al Nord (55% circa del totale italiano), nel Sud è installato il 28%, nel Centro il restante 17%.

Per quanto riguarda l’autoconsumo nel 2018 è stata rilevata una produzione di 5.137 GWh pari al 22,7% della produzione complessiva degli impianti fotovoltaici.

Nel corso del 2018, in Italia, sono entrati in esercizio oltre 48.000 impianti fotovoltaici per una potenza complessiva di circa 440 MW. La maggior parte dei nuovi impianti installati nell’anno è relativa alla classe di potenza tra 3 e 20 kW, seguita dalla classe tra 1 e 3 kW. Rispetto a quanto accaduto nel 2017, il numero d’impianti entrati in esercizio nel 2018 è aumentato del 9,8% (oltre 4 mila impianti in più rispetto ai circa 44 mila entrati in esercizio nel 2017) e, parallelamente, la potenza installata è cresciuta del 6,2%.