Via al nuovo sistema per la vidimazione digitale del FIR (formulario per l’indentificazione dei rifiuti). Dallo scorso 1° marzo, è a disposizione delle aziende il nuovo applicativo ViViFir messo a punto dalle Camere di Commercio che permette di far risparmiare tempo e denaro alle imprese e ai professionisti. 

Si tratta di una nuova “modalità di vidimazione alternativa”, già prevista dall’articolo 193 c.5 del D.Lgs 152/06 e s.m.i., da utilizzarsi fino alla piena operatività del nuovo sistema di tracciabilità (RenTri). Infatti, la semplificazione è stata introdotta come misura transitoria fino alla piena entrata in vigore del nuovo sistema di tracciabilità e non sostituisce il formato cartaceo né introduce alcuna forma di “dematerializzazione” del FIR, ma si limita a rendere più agevole un adempimento che richiedeva la necessità per gli operatori di recarsi fisicamente presso le sedi delle Camere di Commercio. Attraverso l’apposito applicativo non sarà più necessario recarsi agli sportelli della CCIAA per la bollatura dei formulari: basterà apporre sui formulari l’identificativo univoco e il QR-code generati online.
La vidimazione “virtuale” non comprende anche i registri di carico e scarico, i quali, fino all’entrata in vigore del decreto “tracciabilità” continueranno a seguire le previsioni del DM n.148/98, nonché le disposizioni relative alla numerazione e vidimazione.

Per ogni chiarimento e informazione, il consorzio Ecolight ed Ecolight Servizi sono a disposizione.